Museo Diffuso "Valle del Metauro"
Circoli di studio sul Paesaggio
 
Cerca in Limen

Il Cortile
Foto Cantiere
 
 
info@limen.org

 

 

 
Nuova Data - Excerpta
"Città in forma di palazzo"
Agosto 2006

"Nuova Data ducale

 

Riportiamo l'appello lanciato dal comitato spontaneo per la difesa della Data di Urbino. www.doppiah.com "

"Scusate se vi inviamo questo appello di aiuto, ma stiamo sensibilizzando l'opinione pubblica e gli enti preposti per la difesa dei Beni Culturali e Ambientali per non fare sfregiare l'ennesimo monumento storico. La situazione è questa: in Urbino -centro storico- "Patrimonio mondiale dell'Unesco", si sta attuando un restauro, quello della Data, in un sito delicatissimo in cui gli unici interventi possibili sono di restauro filologico, questo non sta accadendo. Si sta attuando un restauro in cui la firma dell'architetto rimarrà indelebile nella facciata di uno dei monumenti più belli del mondo. Se volete partecipare a questa campagna di sensibilizzazione, potete visitare il sito www.doppiah.com dove è approfondita la questione e inviare questa e-mail ad altre persone."

Vi ripoprtiamo alcune delle citazioni prese dalla rivista quadri e sculture anno 2000 n. 36:

"Il più bel palazzo del mondo, Kennet Klark"

"La vista del palazzo ducale è uno dei più belli spettacoli architettonici del mondo. Si può dire che non ha eguali neppure tra i palazzi del Rajastan" David Selbourne

"I barbari ad Urbino" da "Quadri e sculture". Rivista d'arte anno 2000 n. 36.

"Ho visto il dettagliato progetto dell'Arch. De Carlo ed il restauro delle stale del palazzo Ducale di Urbino, costruite da Francesco di Giorgio Martini tra il 1487 e il 1492. Non è un restauro filologico." Sir Ernst H. Gombrik

"Generalmente quando si restaura qualcosa il principale problema è avere rispetto per ciò che si sta restaurando..specialmente quando si tratta di un capolavoro di un genio come Francesco di Giorgio. Sir Denis Mahon

"Vorrei sperare che il modello adottato per il restauro delle stalle cerchi di essere coerente con la costruzione dell'area che si apre ai piedi del palazzo e del meraviglioso complesso dei bagni di Federico." Keith Christiansen "

..Il grande teatro delle meravilglia federiciana, l'orma alla quale Luciano Laurana aveva confidato il modo stesso (e non un modo soltanto) di ammirare l'intelligenza e la bellezza del progresso civile, è ora una raccolta non solo simbolica di quelle banalità economicistiche e di bassissima funzionalità, che il pressapochismo italiano scarica sempre sul dorso dell'arte. Nonostante il progresso." Andrea Emiliani

.

© 1999-2003 Limen A.P.S. - via F. Marucelli 9 Firenze (FI) - Tutti i diritti riservati ost
Contattaci - Disclaimer - Pubblicità