Conservazione delle case torri del XII e XIII sec. a Firenze
| Torre dei Donati | Torre dei Boscoli | Torre Buondelmonti | Torre dei Ghiberti | Torre degli Amidei |

 

Cerca in Limen

Carte del restauro
Nuovo Codice BB.CC.
Legislazione
Visibilità
Torri
S.Piero. in Scheraggio
Infangati
Boscoli
Guidi
Buondelmonti
Spini
Acciaioli
 
S. Piero Maggiore
Adimari
Amieri
Macci
 
S. Trinita
Baldovinetti
Amidei
Buondelmonti
 
Tutela del patrimonio
Progettazione
Multimedia
Credits
 
info@limen.org

Le torri

Torre dei Boscoli nel palazzo del popolo

I Boscoli avevano Torre nella zona di via Ghibellina, attuale Campanile del Bargello. Nel 1254 il comune inizia l'acquisizione di case e Torri per la costruzione del palazzo di Capitano del popolo. Il nuovo palazzo pubblico venne appoggiato nel 1255 alla Torre dei Boscoli che per tutto il Trecento e il Quattrocento servì da prigione che fu detta la "Volognana" dal nome del suo primo occupante Geri da Volognano.

Torre degli Infangati o 'Mangiatroie'

La Torre attribuita agli Infangati in angolo tra piazza Signoria e via Vacchereccia (tav.) era ancora esistente prima delle demolizioni del 1877. Famiglia nobile e antica discendente da un cavaliere romano di nome Sesto. Fu molto potente quando Firenze si divise tra Guelfi e Ghibellini, una parte aderì ai Guelfi e la maggior parte ai Ghibellini. Manga degli Infangati fu cospiratore contro il popolo e la parte Guelfa. Ebbero case e torri in piazza della Signoria e nella via di Vacchereccia.

Torre degli Scali, piazza S. Trinita

Famosa e ancora esistente la monumentale loggia omonima nel palazzo poi Buondelmonti. La famiglia discesa dal ceppo dei Barucci in consorteria con i Palermini, fu di parte Guelfa. Il loro palazzo in Borgo SS. Apostoli "tra la via che va in Terma e Borgo SS. Apostoli" passò nel XV secolo ai Buondelmonti. Ristrutturato nel XVI sec. incorporò il chiasso degli Scali.

Torre Guidi Buondelmonti

Il complesso di Torri dei Guidi Buondelmonti in via e delle Terme ha subito, come molte altre torri delle città di Dante, numerose stratificazioni e rimaneggiamenti. Al loro interno sono stati ricavati degli appartamenti che a tutt'oggi risultano essere la destinazione finale dell'edificio..

Torre degli Amidei: un discutibile "riuso"

Torre degli Amidei, celeberrima consorteria del Duecento, rivale dei Buondelmonti, rappresenta un interessante caso di riuso e conservazione delle case torri fiorentine. Pesanti rimaneggiamenti ne hanno già alterato la sua integrità architettonica.

Sec. XII
La 'casa Torre'

.
Osservatorio

Excerpta

Torre e Consorteria dei Donati, in piazza San Piero Maggiore. Piazza San Piero porta da sempre nelle sue prospettive una leggibile teoria di stratificazioni dei secoli, dalla città verticale delle torri alla stagione arnolfiana dei palazzi e si lega storicamente all'esuberante personalità di Corso Donati, con gli scontri di fazione tra Guelfi Bianchi e Neri, e il celeberrimo episodio di Calendimaggio in Santa Trinita. In particolare, tra i tanti tumulti che in quegli anni la città del priorato delle Arti e questo Sestiere assistevano quasi quotidianamente, è importante menzionare lo scontro finale del 1308 qui ambientato con i 'guastatori della Signoria', che portò alla morte del "Barone Corso Donati..

Casa Torri via delle Terme, Firenze. "Il nome della strada ricorda le antichissime terme romane, che qui si trovavano e ricevevano le acque da un sofisticato sistema idrico che aveva inizio sul monte Morello. Le terme caddero in disuso con le invasioni barbariche ed in seguito in questa zona le ricche famiglie possidenti eressero numerose torri ("scapitozzate" in antico) e palazzi fortificati. La strada era il quartier generale della famiglia Buondelmonti, tra i primi guelfi della città, e qui passò il corteo funebre di Buondelmonte dei Buondelmonti, ucciso dalla famiglia rivale vicino al ponte Vecchio. A differenza di altre strade di questa zona del centro, via delle Terme non venne manomessa dal "Risanamento" ottocentesco, né dalle distruzioni della seconda guerra mondiale.Aveva sede in via delle Terme l'Arte dei Galigai e si affacciava il retro del palazzo di Parte Guelfa, compresa la porzione "brunelleschiana". Poco lontano da via Por Santa Maria si trova la Torre dei Giudi. Presso l'antico chiasso dei Manetti si trova il palagio Buondelmonti, che arriva fino a borgo Santi Apostoli, appartenente alla famiglia proprietaria anche della vicina torre dei Buondelmonti. Le torri e palazzo degli Altoviti è a due passi da Piazza del Limbo, immerso all'interno delle storiche consorterie delle torri; Buondelmonti, Acciaiuoli e gli Spini."

Case Torri Borgo Santi Apostoli, Firenze. "Borgo Santi Apostoli è un'antica strada di Firenze che prende il nome dall'omonima di Santi Apostoli. La via si trovava fuori dalle mura di epoca romana, ma vi venne inclusa in epoca carolingia. Il lato nord della strada presenta ancora uno stile compatto, tipico di edifici un tempo addossati a un'unica cortina muraria. La via è ricca di architetture storiche, in gran parti risalenti al Trecento, come i numerosi palagi, che in quell'epoca sostituirono le case torri per le ricche famiglie dei mercanti fiorentini. La parte più vicina a via Por Santa Maria ha risentito delle mine dell'agosto del 1944 che distrussero gran parte della zona, per questo vi si trovano edifici moderni. Fu una superstite quasi "miracolata" la Torre dei Baldovinetti, che per la sua posizione arretrata e la compattezza della muratura con strettissime finestre subì danni ma non crollò. Il vicino Palazzo Buondelmonti invece dovette essere in gran parte ricostruito."

© 1999-2003 Limen A.P.S. - Via F.Marucelli 9 - Firenze, (FI) Tutti i diritti riservati
Contattaci - Disclaimer - Pubblicità