Cerca in Limen

Archivio

2009
2007
2006
 
 

 

 

Archivio segnalazioni beni culturali 2011-12


Ninfeo di Genazzano
Marzo 2012

Il Ninfeo delle meraviglie, periferia urbana

Febbraio 2012 Genazzano (RM) Un caso a dir poco paradigmatico, quello del 'Ninfeo' di attribuzione bramantesca, di come le ricchezze del patrimonio culturale in Italia non solo spesso non vengono valorizzate, ma finiscono per essere scenario di abusi e discutibili episodi di 'urbanistica contrattata' con il nulla Osta delle Soprintendenze. Un piano di lottizzazione (cinque ville, uno stradone e un alto muro di cinta) sta intaccando "una parte del giardino che circonda il Ninfeo e sconvolto un paesaggio naturalistico che era parte integrante di questa suggestiva invenzione rinascimentale, rimasta intatta per 500 anni fino allo sciagurato inizio della cementificazione."

..
Palazzo Gualino
Luglio 2012

Palazzo Gualino: gli architetti scoprono le alienazioni degli edifici storici

Luglio 2012 Torino (TO) Il mondo dell'architettura in campo contro il Comune di Torino che vende i capolavori dell'architettura novecentesca e permette che vengano trasformati in condomini, spesso sventrandoli. Un appello che si allarga a tanti altri edifici in pericolo. In italia succede cosi: dopo la Patrimonio Spa di Tremonti e la consistente lista di alienazioni di edifici di pregio e di rilevante valore storico (compresi edifici del razionalismo italiano, ricordiamo il caso della Manifattura Tabacchi di Firenze) la notizia arriva nei media del dibattito architettonico solo nel 2012. Perche, fatto salvo qualche articolo di Italia Nostra, negli ultimi 10 anni gli architetti italiani non hanno detto nulla sul fenomeno inquietante che viene invece molto seguito all'estero..

..
Firenze isola pedonale
Luglio 2011

Firenze, completata la chiusura al traffico del centro

Luglio 2011 Firenze (FI) Completata la 'rivoluzione culturale' inziata nel 2009 dal nuovo sindaco PD. La nuova dimensione urbana della Città dei Fiori si consolida con le nuove aree dentro le vecchie mura del 1333 escluse al traffico. Matteo Renzi ha chiuso, con una catena, anche l'ingresso di via Tornabuoni, la centralissima strada dell'extralusso lusso fiorentino, la monumentale piazza Pitti e via Por Santa Maria. Con queste tre nuove pedonalizzazioni, che si aggiungono a quella di piazza del Duomo (ottobre 2009), diventano 6,5 gli ettari della città "restituiti ai pedoni" da Renzi, che proprio in questi giorni festeggia i primi due anni di mandato.

..
Privatizzazioni dei bb.cc.
Settembre 2012

15 anni di privatizzazioni dei bb.cc. italiani

Maggio 2011 Stanford (USA) Roland Benedikter della Stanford University intervista Salvatore Settis, Scuola Normale Superiore di Pisa: "la dimensione reale del processo di privatizzazione del patrimonio culturale non è visibile per il pubblico e la comunità internazionale". Un working paper pubblicato sul sito della Standford University con un intervista esclusiva a Salvatore Settis direttore della Scuola Normale di Pisa. Un bilancio che parte dagli anni '90 con il centro-sinistra e compendia le scelte del governi italiani negli ultimi 15 anni con lo smantellamento dei beni demaniali fino a ipotizzare lo scenario del futuro e del nuovo millennio.

..
Museo Opera del Duomo
Settembre 2012

I nuovi spazi del Museo dell'Opera del Duomo

Settembre 2011 Firenze Il nuovo progetto, architettonico e di allestimento, curato da Natalini con Guicciardini & Magni architetti, prevede l'ampliamento dell'attuale sede espositiva negli spazi nell'antico Teatro degli Intrepidi attigui all'attuale museo, acquistati nel settembre 1998. Le due strutture saranno collegate in un percorso unitario tra passato e presente, tra reale e virtuale. Il progetto prevede il raddoppio dello spazio odierno, con una superficie utile di 5.250 mq di cui 2.430 espositivi e il resto destinato ad aree d'accoglienza e spazi tecnici. L'ampliamento del museo permetterà l'esposizione dell'intera collezione e consentirà di accogliere opere monumentali come le due porte del Battistero

..
Cultura strategica per la ripresa
Gennaio 2012

La cultura come motore di sviluppo, ne parla l'Italia ?

Gennaio 2012 Roma Intervista a Andrea Carandini, Presidente del Consiglio superiore per i Beni culturali: "non vi sono risorse per la cultura, pensano i più; come se la cultura servisse ancora soltanto ai piani alti della società. Ma nel mondo post-industriale e del terziario, il sapere è collegato strettamente al fare, per cui la cultura serve anche ai piani intermedi della società, all’intero ceto medio. .Abbiamo un poco più un terzo di quanto il ministero, pur tanto ridotto, riesce a spendere. Tutelare presuppone non soltanto dire «no» ma mantenere il patrimonio, e ciò implica investimenti. Siamo molto al di sotto di quel che potremmo definire il limite minimo di funzionalità che la Costituzione impone.

..
S. Michele in Borgo (PI)
Agosto 2011

La vendita del complesso di S.Michele in Borgo

Agosto 2011 Pisa L'intervento dell'Arch. Massimo Carmassi a 20 anni dalla sua realizzazione rappresenta ancora un impegnativo nodo gordiano per i pisani. La ricostruzione dell'area retrostante il complesso romanico di S.Michele in Borgo rimane una delle più discusse incompiute della città di Pisa. Un progetto di grande valore per l'architettura italiana che costituisce di fatto ancora oggi il discriminante tra il linguaggio degli architetti e l'immaginario dei cittadini. Per l'intervento, che non è mai stato completato e inaugurato per la città, si è giunti dunque alla strada obbligata della vendita a privati con il cambio di destinazione d'uso.

..
Fano
Maggio 2011

Edilizia residenziale sopra un teatro romano

Maggio 2011 Fano La vicenda dal 'ritrovamento' di un teatro romano nel cantiere di un complesso residenziale a Fano ha riportato alla luce più di una questione in merito ai criteri di Conservazionel patrimonio storico. A dire la verità il teatro di via de' Amicis era già noto ed esistevano anche i Rilievi delle rovine effettuati dagli studenti della Scuola d’arte e il palazzo adiacente aveva le fondazioni sulla cavea. Tutto noto dunque, ma la questione è riesplosa nei media dopo la decisione dell'amministrazione di proseguire con i lavori di completamento della palazzina. Tutto riporta evidentemente alle decisioni prese in sede di piano urbanistico per la città.

..
Fucecchio
Marzo 2011

Fucecchio, ritrovare la via Romea e piazza Montanelli

Marzo 2011 Fucecchio Nuovi studi per la città dei conti Cadolingi e della Via Francigena. Interessano le tracce del vecchio circuito murario e parte della rocca alta. I rilievi verranno realizzati da un corso della facoltà di Architettura dell'Università di Firenze. Verrà proposto anche lo studio della tipologia del palazzo del XIV e XV. Un grande magazzino dell'edilizia civile e militare in cui la proprietà privata e l'evoluzione della scuola fiorentina saranno parte centrale del percorso con una raccolta dei dati di rilievo, tavole, multimedia e nuovi quaderni sulla città. Il circolo di studio parte dal castrum dei Cadolingi con il castello, la rocca e i palazzi rinascimentali, le case coloniche, le pievi, le torri in laterizio, i mulini, gli spedali, nelle loro integrazione con il paesaggio.

..
Appartamenti in palazzo Tornabuoni
Gennaio 2011

Il sequestro degli appartamenti di palazzo Tornabuoni: un palazzo del '400

Gennaio 2011 Firenze (FI) Dopo la presentazione del Libro di Salvatore Settis "Paesaggio Costituzione Cemento", testo fondamentale che fotografa la situazione italiana dell'Urbanistica e della Tutela del Paesaggio, arrivano a metà dicembre i sigilli su 27 appartamenti dei 36 ricavati dal gruppo Fratini- Fingen nell'edificio storico progettato a metà del '400 da Michelozzo di Bartolomeo. Dieci indagati per abuso edilizio con destinazione d'uso turistico alberghiera non consentita dal PRG. Il palazzo storico ha seguito la stessa sorte dei palazzi Busini-Bardi e Scala-Gherardesca con il più grande parco privato della Città dei Fiori.

..
Lungarno Torrigiani
Maggio 2011

Il Lungarno Torrigiani di 'Firenze capitale'

Maggio 2011 Firenze (FI) L'apertura del nuovo Lungarno Torrigiani terminato nel 1872 rappresentò un episodio progettuale indispensabile per le operazioni di allargamento e uniformità della Firenze capitale dal 1865. Nuovo rettifilo del repertorio 'poggiano' pensato per l'ammodernamento della città rivisto alla luce dello studio del piano particolareggiato dell'Ing. Luigi del Sarto. L'intervento ridisegnò un punto strategico d'Oltrarno, le cortine dei palazzi tra ponte Alle Grazie e Vecchio furono interessate da demolizioni e ricostruzioni con la creazione della nuova piazza dei Tempi.

..
Pompei specchio dell'Italia
Dicembre 2010

Pompei è solo la punta di un grande iceberg

Dicembre 2010 Pompei Al convegno "Pompei tra crisi e degrado: legalità" tutti i nodi di una imponente dismissione dei beni culturali. Davanti alle macerie di Pompei, della Casa dei Gladiatori, ai muretti crollati, alle domus inaccessibili, Camusso leader Cgil, dice: «Provo una desolante tristezza, la sensazione di un Paese che dovrebbe vergognarsi di sè». Il caso del sito archeologico colpito dal degrado è l'occasione per fotografare lo stato dei bb.cc. Bisogna riconoscere l'importanza occupazionale e strategica del grande patrimonio culturale. Un paese che non ha mai investito sui bb.cc. ha varato un taglio senza precedenti di 2 miliardi e 100 milioni (2,8 mld dal 2008).

..
Palazzo Grifoni
Marzo 2010

La facciata in laterizio di palazzo Grifoni

Marzo 2010 S.Miniato (PI) Il magnifico palazzo costruito da Ugolino Grifoni a metà del '500 a S. Miniato Alto fu distrutto per metà da mine nella seconda guerra mondiale e ricostruito nel 1996-99. Si tratta di un caso importante e discusso di anastilosi di un edificio storico. A seguito di ricerche del CdS risulta che la grande fronte in mattoni è stata intonacata durante i lavori e la nuova facciata tinteggiata di giallo. Il palazzo che aveva esportato a Firenze, in piazza SS. Annunziata, (palazzo Budini-Gattai) la scuola del laterizio del Valdarno Inferiore ha perso in maniera irreversibile l'aspetto originario costituendo un caso sui generis di restauro in Stile del '900.

..
MiBAC
Marzo 2011

Carandini si dimette dal MiBAC: non ci sono fondi

Marzo 2011 Roma Andrea Carandini, presidente del Consiglio Superiore dei beni culturali, si è dimesso. La decisione sarebbe legata agli ulteriori tagli al settore. Carandini ha motivato le sue dimissioni irrevocabili «nella constatazione dell’impossibilità del ministero di svolgere quell’opera di tutela e sviluppo del patrimonio a fronte della progressiva e massiccia diminuzione degli stanziamenti di bilancio» Nominato presidente del Consiglio superiore dei beni culturali dal ministro Sandro Bondi nel 2009 al posto del dimissionario Salvatore Settis in dissenso sulla gestione e sulla tutela della politica culturale del governo..

..
Cascine di Tavola
Agosto 2010

Cascine di Tavola: la "destinazione d'uso compatibile"

Agosto 2010 Prato Un complesso unitario del Quattrocento dedicato ai codici ermetici restituito a una destinazione d'uso compatibile. Il progetto di restauro sarà curato dal dip. di Restauro dell'Università di Firenze per un costo di 6 milioni e 450mila euro. Cinque le funzioni che sono state individuate per altrettanti luoghi storici delle Cascine: la “casa delle guardie” diventerà un centro di ricreazione e ristoro, la “casa del caciaio” sarà luogo di sperimentazione e ricerca per l’agricoltura biologica, mentre il "podere delle colline" sarà un centro di ricerca post universitaria di restauro. Torneranno anche le barche nella storica “rimessa delle barche”.

..
Save the Italy
Novembre 2010

Save the Italy; salviamo il paese dall'antistato

Novembre 2010 Firenze Un paese immobile che sta smantellando lo stato e gli strumenti di tutela del patrimonio. Lanciamo un appello alla comunità internazionale per salvare una nazione che non ha più strategie di rilancio del suo straordinario patrimonio culturale, con i livelli di corruzione più alti d'Europa. Nei fatti il bel paese è destinato essere gestito sostanziamente da privati favorendo politiche liberiste e speculative senza scrupoli (urbanistica contrattata, privatizzazioni dei beni storici); lo stesso stato (Soprintendenze, Biblioteche, Istituti, Scuola) è senza fondi per la gestione di attività di manutenzione ordinaria. La politica internazionale ci sta guardando con severa preoccupazione per il nostro futuro. Salviamo l'Italia, paese del Rinascimento, patrimonio dell'umanità, che ha esportato cultura e stili architettonici in tutto il mondo: il bel paese sta morendo soffocato dall'anti-stato e da interessi privati.

..
ICR
Marzo 2010

Sfrattato l'ICR: una vergogna per la cultura italiana

Marzo 2010 Roma L'Istituto Centrale per il Restauro, ICR, fondato da Cesare Brandi e Giulio Carlo Argan nel 1939 (adesso Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro- ISCR) alla fine del prossimo mese di febbraio, con sfratto esecutivo richiesto dall'ente proprietario dei locali, sarà costretto a lasciare la sua sede di San Pietro in Vincoli, nella quale era stato fondato 70 anni fa. L'ISCR dovrà compiere un trasloco definitivo in ambienti ancora provvisori. La riapertura della Scuola del Restauro potrebbe essere rimandata e l'efficienza delle strutture tecnico-scientifiche potrebbe risultare fortemente compromessa.

..
..